RE-DESIGNING PIAZZA SCALA

PIAZZA DELLA SCALA

Il valore simbolico ed identitario

Piazza della Scala oggi è caratterizzata da un assetto centripeto.
Il nostro progetto propone invece di dare valore all’asse che dalla Galleria si protende sulla
piazza. Proponiamo quindi il ricollocamento dei lampioni ottocenteschi lungo quest’asse e, a partire da questo schema, una organizzazione di luoghi e funzioni che evochino memorie e luoghi del paesaggio lombardi ma che siano in grado di rappresentare una Milano attuale e ben disposta ad una fruizione turistica.

Le scelte progettuali prevedono quindi che
a) ai piedi del monumento a Leonardo, verso la Civica Ragioneria, vengano messi dei Gelsi, in una varietà fruitless, in vasche con irrigazione, con alcune panchine, mentre specchi d’acqua con piante palustri autoctone del Ticino e dell’Adda, vengono proposti verso Palazzo Marino.
b) di fronte al portico della Scala, da fessure dalla pavimentazione, risaliranno le note di brani significativi della storia di questo teatro, mentre un leggero ed aperto portale multimediale, proposto all’imbocco della piazza da via Manzoni, si illuminerà di immagini significative della Scala mentre specchi concavi rifletteranno la facciata del teatro ed i passanti.

La memoria storica e l’architettura della città

Eliminare l’assetto centripeto della piazza significa aprirla a percorsi e relazioni con luoghi limitrofi come piazza Belgioso, piazza San Fedele e largo Mattioli. Inoltre la piazza si arricchisce di relazioni con edifici e luoghi monumentali che costituiscono così un percorso culturale.

La piazza, gli edifici prospicienti, i percorsi, i flussi

Diffusori sonori nella pavimentazione di fronte al portico d’accesso al teatro, coperti da lastre in ottone, diffonderanno la grande tradizione musicale del teatro, rendendo la piazza stessa un luogo dove conoscere Milano, grazie anche al portale multimediale, posto in prossimità di via Manzoni, dove scorreranno immagini che racconteranno i fasti del Teatro alla Scala.
Attività informative e promozionali degli eventi cittadini verranno collocate al piano terreno della Civica Ragioneria ed in un piccolo padiglione multimediale in piazza Ghiringhelli.
Un’illuminazione diffusa e sostenibile consentirà una migliore fruizione della piazza anche in relazione agli orari serali del teatro.

Mobilità, pedonalizzazione etc.

Sono previste piste ciclabili e parigine per contenere i flussi veicolari e separarli da quelli pedonali. Tutta la pavimentazione sarà resa sicura ed accessibile ai diversi tipi di utenza. Sarà finita
con grandi campiture di cls effetto ghiaia a vista.

Contesto e relazioni funzionali

La pedonalizzazione anche di via Gerolamo Morone, di via degli Omenoni, di Largo Mattioli, di Via Catena consentirà l’ampliamento del percorso monumentale Piazza Duomo/Galleria.
La pedonalizzazione del primo tratto di via Filodrammatici e di largo Ghiringhelli restituirà alla città uno spazio oggi abusato dalla sosta. I Tigli, oggi al centro della piazza, saranno ricollocati qui e consentiranno di contenere questo spazio isolandolo rispetto alla sede stradale.

Symbolic and identity value

Today Piazza della Scala has a centripetal set up.Our project wants to give important to Galleria-Piazza axis. In fact we propose the replacement of streetlights along this axis. Starting from this set up we want to organise places and functions that summon memories and places of Lombardia landscapes. They will be able to represent the city of today which is open to tourism.

Project choices:
a) Under Leonardo’s monument, in front of Civica Ragioneria, there are Gelsi fruitless placed in tubs with irrigation and benches. Instead in front of palazzo Marino there are little pools with native marshy plants of Ticino and Adda rivers.

b) In front of Teatro alla Scala porch there are sounds from the floor about important operas of these theatre. At the beginning of via Manzoni there is a multimedial portal with Teatro alla Scala images and some mirrors that reflect buildings and people.

Historical and architectural memory of the city
By deleting the centripetal set up the city will be more open to relations with close places like piazza Belgioioso, piazza San Fedele and largo Mattioli. New realtions between the square and the other buildings and momuments create a cultural journey.

The square, front buildings, paths, flows

Floor sound diffusers placed in front of Teatro alla Scala porch are covered by sheets of brass. They diffuse the musical tradition of Teatro alla Scala. Near Manzoni street there is a multimedial portal with images about Teatro alla Scala.
Promotional and informative actitivies are placed at the groundfloor of Civica ragioneria and in a little multimedia pavillion in piazza Ghiringhelli.
Lighiting will be diffuse and sustainable.

Mobility, pedestrianization ect.
Cycle and pedestrian paths divide pedestrian flows and traffic.
Concrete floor is safety for every type user.

Context and functional relations

The pedestrianization of via Gerolano Morone, via degli Omenoni, largo Mattioli and via Catena will extend the monumental journey from piazza Duomo to Galleria.
The pedestrianization of via Filodrammatici and largo Ghiringhelli gives back an important area to the city. Today there are some Tigli at the center of the square, they will be replaced to protect the square from traffic.